• fuoco_legna

  • acqua

  • calore

  • Fuoco

  • Acqua

  • Calore

Termostufa, Riscaldamento e Produzione di Acqua calda.

Nuovo Sistema.


Studiato per chi vuole veramente risparmiare sul riscaldamento!

progetto
clicca per ingrandire

Scarica PDF Documentazione

L’Idea!

Materiale brevettato!
Temperatura fino a 1.250 gradi!

1.250°

Termostufe Tirolesi – Novità!

Stato dell’Arte

Stufe e caldaie alimentate biomasse con potenze che per impianti civili (case alberghi, piccole case, serre) vanno da 5 a 50 kw termici. Attualmente il riscaldamento con fonti rinnovabili e per lo più costituito da apparecchi quali stufe, caldaie, camini, che bruciando biomasze producono calore radiante e/o acqua calda a temperatura di 50-70 gradi. Ovviamente l’acqua col fuoco può creare problemi di sovra-temperature, ebollizione o vapore che limitano l’uso di questi apparecchi che comunque hanno bisogno di valvole di sicurezza e/o vaso aperto.

L’idea

Produrre un apparecchio che bruciando biomasse potesse scaldare l’acqua con le potenze sopra riportate, eliminando l’inconveniente della sovra-temperatura dell’acqua per cui occorrono complicate sicurezze che presuppongono un locale termico adeguato, vaso aperto, valvole di scarico termico. Ci siamo resi conto che per avere rendimenti elevati è necessario lavorare con temperature di fiamma più alte possibili; a quel punto abbiamo scartato elementi metallici che avrebbero creato problemi. Un nostro materiale ceramico brevettato faceva il caso nostro, avendo una resistenza alla temperatura fino a 1.250 gradi e sopratutto una dilatazione termica prossima allo zero. Abbiamo quindi creato uno scambiatore che poteva lavorare in mezzo alle fiamme senza problemi di stress termico e dilatometrico; e che produce tramite una ventolina aria calda a 400 gradi. Questa poi viene pompata fuori dalla zona di combustione in uno scambiatore aria acqua. In questo modo abbiamo prodotto aria calda senza avere acqua a contatto col fuoco. Non servono quindi le valvole di sicurezza e/o il vaso aperto.

Produzione Attuale

Esistono 150 impianti installati con produzione di acqua calda con potenze da 5 a 9 kw. Questi impianti coprono la fascia di utenze civili ( case più o meno grandi da 80 a 200 metri quadrati dando acqua sanitaria e riscaldamento).

Vantaggi

Se noi dovessimo produrre 9 kw termi i con pompa di calore dovremmo utilizzare 3 kw elettrici della rete ( eauivalenti tra l’altro alla potenza massima normalmente disponibile nelle abitazioni  civili). Noi produciamo 9 kw termici con 160 W elettrici e un po di legna. 1 kg di legna equivale a un kw termico ceduto all’acqua. IL COSTO DEL KW TERMICO VIENE DIMEZZATO. Questa stufa non avendo problemi di sicurezza,  viene di solito installata al centro della casa; e quindi oltre all’energia dell’acqua recupera anche tutta l’energia radiante del refrattario.  In questo modo i rendimenti sono veramente inimitabili.

Ricaduta sul Territorio

Senza la pretesa di disporre di strumenti miracolosi abbiamo fatto una semplice ricerca su un comune montano del bellunese di 1900 famiglie, in cui annualmente il solo comune taglia 70mila quintali di legna. Facendo un rapido calcolo: 70.000 q.li/anno: 1.900 fam.= 36.8 q.li/anno x fam. Facile dedurne che queste famiglie potrebbero essere autosufficienti con la sola legna fornita dal comune. Potenzialmente potremmo riscaldare edare acqua sanitaria a tutto il comune a costi molto bassi. In pianura, da dati avuti direttamente dai proprietari con 1000/1500 metri quadrati di terreno si potrebbe produrre legna e avere acqua sanitaria per una casa di 120/140 metri quadrati. Le analisi delle polveri totali e del CO prodotto da questa stufa sono le seguenti: polveri totali:53mg/Nm3. CO: 1180ppm. Come si può vedere siamo al di sotto dei limiti di legge.

Caratteristiche Tecniche

Calorie rese all’acqua: 6/9 kw/h. calorie medie per irraggiamento e convenzione: 13/16 kw/h. Consumi: 20/30 kg di legna al giorno. Superficie riscaldabile 140/200 metri quadrati di casa mediamente isolata. La termostufa keralpen ha vinto il concorso per l’innovazione tecnologica della regione Veneto, allegato B decreto 580 del 17/07/2014.

Telefono 0437 555671

Potete trovarci nella nostra Sala Mostra, in Via Cavassico Inferiore, 8 a Trichiana (BL)

mostra